Crea sito

Ombre dal passato

ombre

ombre

ombre

Come giganti si stagliano ombre dal passato

 

°°°°°

Si intersecano pensieri di oggi e di ieri
stanno zitti zitti e quieti quieti
vorrebbero dire, essere ciarlieri
rievocando ricordi felici e lieti lieti.

Arde con schioppettio il fuoco del camino
avvolge nello scialle del suo calore
ti invita ad accostarti, a stargli più vicino,
quasi come un abbraccio è il suo tepore.

Da quello sfrigolio, che è quasi un sussurro,
ardente la fiamma brucia il ceppo, come fosse burro.

Crepitare di schiocchi, il silenzio rende zeppo
danza la fiamma, diffondendo una soffusa luce
sembra quasi un sussurro il bruciare di ceppo
rosseggiante il fuoco tutto in cenere riduce

Ipnotizzato è sguardo dal focoso rosseggiare
Ondeggia fiamma rischiarando il buio alacremente
ammaliato dal fuoco, pensiero inizia a folleggiare
disegnandondo su pareti forme di vita fremente

Si staglia ombra come fosse un gigante
memorie del passato, fanno reale la sua presenza
si muove, per vivere il suo magico istante
incentivato ricordo allevia pene della coscienza.

Quiescente momento si focalizza in pochi istanti
nel crescere dell’ombra, si materializza giovinezza
sembianze di bimbo felice scrutano in avanti,
incosciente e sfrontata anima s’anela alla gaiezza.
.

Chi sei ombra che indietro mi riporti,
tra quesiti irrisolti e sentieri contorti..?..

Guerriero senza pace e senza armenti
vorrei portare lontano i miei tormenti
Andare ove il piacere, disseti intemperanze
ove tempo andato insegua perdute speranze

Raccontami riportandomi in un altro mondo
dammi mano come un tempo, rifacciamo girotondo.
Togli al bambino il tempo che disegna rughe
alleggerisci pensiero, offrigli opportune fughe

La vita con le sue durezze non sa essere frivola
riportami al tempo ove felicità trovava ardore
la vita a volte serve viverla come una favola
riportami al tempo infante, che favoleggiava tutte l’ore

°°°°°

Complicata vita…a volte vorremmo chiudere gli occhi,
non vedere, non sentire, non fare niente
Ma ci tocca…non possiamo estraniarci

Facile perdersi nelle difficoltà del quotidiano.
Ingarbugliati da problemi che sembrano più grandi di noi

Galoppiamo lungo sentieri deserti, verso orizzonti sconosciuti,
affidando al desiderio, le nostre illusioni.
Pensieri impenitenti e recalcitranti,
ci fanno cavalcare destrieri scheletrici e stanchi

Non possiamo, di certo, vivere la vita come una favola
ma possiamo alleggerirla, nella ricerca del nuovo.
Forse ogni tanto ritornare nel mondo della fantasia,
ridiventare bambini, per avere il nostro attimo da favola,
lasciarci trasportare in viaggio nelle irrealtà sognanti,
non risolverà i problemi ma, per un attimo li avremo dimenticati

Chissà…e se tutto fosse già una favola..?!?…

ombre

Dolce arriva la sera
ti chiude gli occhi, e ti dice spera
La speranza, si colora con l’alba, all’alzarsi della prima brezza,
si riaprono le palpebre, cercando nello spiraglio di luce la certezza

 

ombre ombre

Ombre dal passato musica di sottofondo
From Dusk to Dawn = Back to Earth

ombre

_______________________
Protetto by Copyscape Licenza Creative Commons

 

ombre 
Grazie per la tua visita…
Se vuoi continuare la lettura
TOCCA Qui  vai alla Home page

O tocca le immagini sottostanti

Cortile silentePrimo amoregalattico universoPiede in scarpa

binobino1

Riflessioni in rima, parole e musica

error: