Ansia

Ansia
binobino banner gif                                                               I miei pensieri le mie parole 2

ansia

Cumulano ansia tarli di nuova progenia portando pensiero in astenia

°°°°°

Non fende il buio l’alba con una New sensation
inzia con apprensione usuale day depression
Ansia ed apprensione si alleano in sodalizio
annebbiato risveglio perde l’attimo propizio

Si incrociano come travi pagliuzze negli occhi
insensibili i sensi sembrano non trovare sbocchi
Forze occulte sono padrone della mente
pensiero è prigioniero di ansiosità indisponente

Recalcitra coscienza in una situazione da sballo
ipocondrica e svogliata resta inerte ed in stallo
Si inoltra intento fagocitando reale in mondo illusorio
nel limbo dell’avvenire s’avventura perentorio

Si muove tempo seguendo ritmo del cuore
nastro del vissuto scorre ad ogni battito di ore
Celato nell’incognito è l’evento prima del giungere
da ansia pressato pensiero snervato vorrebbe defungere

Non si placa emotività che gola stringe
come serpe avviluppante nelle sue spire costringe
Paura sorprende e con forza attanaglia
nella sua morsa, stritola respiri, come tenaglia

Si ferma cuore, che in apnea boccheggia anemico
sanguigno impulso, non irrora pensiero ischemico
Reagenti sensoriali sembrano perplessi
fasci nervosi non stimolati restano in catalessi

Si cumula stress fomentando paura
irritazione e sgomento non cercano cura
Somatizza dolore illusione celando astenia
nel vortice di timori tarli creano paure di nuova progenia

Gesto perentorio porta con automatismo dita alla bocca
unghie arrota il mordere mentre l’ansia pensiero sciocca
Si cumula stress in psiche dominando coscienza
nervi a fior di pelle si irrigidiscono nell’insipienza

Sudore freddo imperla fronte con goccia sgorgante
mentre anima boccheggia nell’aridità perdurante
Aleggiante timore accresce paura e la fomenta
si arrampica sui vetri coscienza sgomenta

Assenza di forze negletta volontà di riscossa
psiche da ogni evento si sente percossa
Pensiero resta prigioniero come larva senza schiusa
non vedrà luce senza metamorfosi farfalla in bozzolo rinchiusa

°°°°°

musica di sottofondo
Stive Morgan – On The Car To Next Planet

 

ANSIA  (ricerca da Wikipedia)

L’ansia è uno stato psichico di un individuo, prevalentemente cosciente, caratterizzato da una sensazione di intensa preoccupazione o paura, spesso infondata, relativa a uno stimolo ambientale specifico, associato ad una mancata risposta di adattamento da parte dell’organismo in una determinata situazione, che si esprime sotto forma di stress per l’individuo stesso

Disturbi fisici derivati da ansia

Oltre i disturbi psicologici ed emotivi, può provocare somatizzazioni e sintomi a livello del sistema nervoso centrale, come parestesie, fascicolazioni, tremore, astenia, nausea, vertigini. Questo per diversi motivi:

  • motivi psicogeni in senso stretto, dovuti all’iperattività del sistema simpatico
  • ipersudorazione con disidratazione (con possibile facilità alla sindrome da ipotensione ortostatica o posturale) e perdita di sali minerali (carenza di magnesio, carenza di potassio.
  • tachicardia da stress
  • sindrome da iperventilazione psicogena, con seguente spasmofilia (spasmi, crampi, mioclono, parestesie)
  • affaticamento da tensione muscolare eccessiva

Inoltre può esarcebare problemi fisici già esistenti (come problemi cardiovascolari o respiratori, quali asma e allergie).

Disturbo di ansia generalizzato

Il disturbo d’ansia generalizzato è un disturbo cronico comune che interessa due donne per ogni uomo colpito e può portare a una menomazione considerevole. Come implica il nome, il disturbo è caratterizzato da una ansia durevole che non è concentrata su un particolare oggetto o situazione. In altre parole è aspecifica o fluttuante. Le persone che hanno questo disturbo si sentono di temere qualcosa ma sono incapaci di esprimere specificatamente di che paura si tratti. Temono costantemente e trovano molto difficile controllare le loro preoccupazioni. A causa della tensione muscolare persistente e le reazioni autonomiche alla paura, possono sviluppare emicrania, palpitazioni, vertigini e insonnia. Questi disturbi fisici, rendono difficile il compito di affrontare le normali attività quotidiane.

Altri disturbi d’ansia  (cliccare sul link per visualizzare)

Diagnosi:
Una buona anamnesi e una visita medica sono essenziali per la diagnosi iniziale di qualunque disturbo d’ansia per poter escludere qualunque condizione medica trattabile che potrebbe provocare gli stessi sintomi dell’ansia. Una storia familiare di disturbi d’ansia o altre malattie psichiatriche rafforza la probabilità di un disturbo d’ansia. Siccome vi è una forte associazione dell’ansia con altri problemi psichiatrici, compresi l’abuso di sostanze e la depressione, la visita medica dovrebbe comprendere il controllo della presenza di uso di droghe iniettate intravena e precedenti episodi di autolesionismo.

Trattamento

  • Terapia farmacologica
    I sintomi acuti dell’ansia sono spesso controllati con farmaci ansiolitici come le benzodiazepine. Il diazepam (Valium) era uno dei primi farmaci di questo tipo. Oggi vediamo una vasta serie di farmaci anti-ansia che sono basati su benzodiazepine, sebbene solo due sono state approvate per gli attacchi di panico, Rivotril e Xanax. Tutte le benzodiazepine provocano assuefazione e l’uso prolungato dovrebbe essere attentamente monitorato da un medico.

 

  • Psicoterapia cognitivo-comportamentale
    La psicoterapia cognitivo-comportamentale è una delle più diffuse psicoterapie fra le psicoterapie brevi per la cura dell’ansia. L’obiettivo del terapeuta cognitivo-comportamentale è di ridurre il comportamento di evitamento e aiutare il paziente a sviluppare abilità di coping (fronteggiare le situazioni). Questo può comportare Sfidare credenze false o auto-lesionistiche
  • Sviluppare la sostituzione di pensieri negativi
  • Desensibilizzazione sistematica (usata principalmente per l’agorafobia e le fobie specifiche)
  • Fornire conoscenza al paziente che lo aiuterà a fronteggiare le situazioni (per esempio se qualcuno soffre di attacchi di panico, gioverà l’informazione che le palpitazioni in sé stesse, anche se rapide e prolungate sono del tutto innocue).

 

  •  Altre Strategie
    Una varietà di integrazioni e farmaci senza ricetta sono anche usati per le loro presunte proprietà ansiolitiche, anche se vi sono poche prove che sostengono queste affermazioni. Alcuni ritengono che certe erbe abbiano principi attivi che svolgono funzione ansiolitica, quali la radice di valeriana o la camomilla.
    Il Biofeedback è un metodo psicofisiologico la cui efficacia nel trattamento dell’ansia è supportata da numerosi studi scientifici. Sarkar e colleghi (1999) hanno dimostrato che nei pazienti con disturbo d’ansia generalizzata la farmacoterapia e il biofeedback hanno effetti simili sulla riduzione dei sintomi.

°°°°°

ciao...
Grazie per la tua visita…
Se vuoi continuare la lettura
TOCCA QUI per andare alla Home page

O clicca sulle immagini qui sotto

Protetto da Copyscape duplicati strumento di protezione dei contenuti
Licenza Creative Commons

2 thoughts on “Ansia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *