Tempo

tempo
binobino banner gif                                                             

tempo

Si liquefa il tempo ad ogni battito di ora

 

°°°°°

In questo meraviglioso universo sconosciuto ed infinito
c’è un tempo per ogni cosa in un breve spazio definito
Ritmato dal battito continuo che scandisce ogni momento
s’avvicenda tempo nuovo nozionando ogni evento

Là ove la conoscenza ancor non si è erudita
in mondo sconosciuto vita futura viene scandita
Mentre la speranza cerca un’oasi ove far sosta
scorre il tempo e nel futuro l’attimo posta

°°°°°

Metodico e preciso scorre come un lento fiume
trascinante sospinge verso derive senza barlume
Come schiavi ci costringe a restare nella sua era
prigionieri di un tempo che si evolve ed avvera

Impone all’istante di vivere il nuovo evento
marchiando con l’ora il preciso momento
Fraziona ogni attimo con primi e secondi
lasciando che il presente nel passato si ascondi

Nello scorrere metodico e preciso
ogni attimo vitale dal reale viene reciso
Nel suo spazio momenti vissuti trattiene
inanellandoli l’un con l’altro come anelli di catene

Fa scorrere la vita come un soffio di vento
senza che si possa porre opponimento
Disperde eventi nell’andare verso l’avvenire
senza che passo indietreggiante si esima dal divenire

Incalzante avanza verso era imposta
invecchiando subitaneo senza alcuna sosta
Attimo su attimo muoiono i nativi istanti
passi fatti lasciano orme sempre più distanti

Fluttuando nello spazio di un’ora incalzante
il presente nel nuovo istante si intuffa balzante
Puntuale giunge il rintocco della nuova ora
tempi morti e tempi persi il futuro li ignora

Vita vive i suoi tempi nell’evolversi costante
s’incensano speranze e sogni attendendo magico istante
Si liquefa il presente dal nuovo evento pressato
nel remoto si addensa il vissuto divenendo passato

ore

Puntuale e senza intoppi giunge il tempo nella sua era
mentre uomo incapace di fermarlo il suo prolungamento spera

°°°°°

musica di sottofondo
Strannik – Time

ricerca da Wikipedia

Il calendario romano

Dopo la riforma giuliana del 46 a.C. il calendario romano come predisposto da Cesare e da Augusto presenta molte affinità con il nostro: i mesi hanno gli stessi nomi, lo stesso numero di giorni, compreso febbraio per gli anni bisestili, e ordine. Del vecchio ordinamento si era conservata la divisione in calende (il primo di ogni mese), none (il 5 e il 7) e idi (il 13 e il 15) e dall’inizio dell’impero si era aggiunta, in base alle credenze astrologiche, la settimana di sette giorni che nei nomi si rifacevano agli influssi dei sette pianeti che regolavano la vita dell’universo. …

Dione Cassio nel III secolo visto com’era stato fatto proprio quest’uso della settimana dalla coscienza popolare lo considerava propriamente romano tale che, tranne il cambiamento del giorno del Sole, dies solis (sunday,Sonntag) con quello del Signore, dies dominica, è sopravvissuto alla decadenza dell’astrologia e al prevalere del Cristianesimo, sino ai nostri giorni nei paesi di origini linguistiche romane…. continua lettura

Il Tempo Terrestre (TT) — o Dinamico Terrestre (TDT) come si chiamava fino al 1991 — è la scala di tempo moderna, introdotta in luogo del Tempo Effemeride, nel 1976 dalla Unione Astronomica Internazionale (IAU), come coordinate temporale consistente con la relatività generale per un osservatore sulla superficie della Terra.

Per scopi pratici, TT può essere calcolato tramite la formula:

TT = TAI +32,184 s

La IAU riconosce che TAI è una scala statistica del tempo che ha cambiato spesso le regole per la sua costruzione durante la sua storia. Per questo motivo, le comunità scientifiche internazionali stanno preparando una nuova scala temporale basata su osservazioni di alcune pulsar. Questa scala dovrebbe servire per calcolare TT ed eventualmente per scoprire irregolarità in TAI.

Il tempo effemeride (ET)  è un’obsoleta scala temporale usata per le effemeridi dei corpi celesti, in particolare quelli del sistema solare. A volte lo si confonde con il tempo universale (UT) che è una scala temporale basata sulla rotazione terrestre attorno al proprio asse, ma sono diversi in quanto differiscono di una quantità variabile detta ΔT (delta T). Nel 1976, l’Unione Astronomica Internazionale (IAU) ha sostituito quello  effemeride con il tempo dinamico terrestre (TDT) e il tempo dinamico baricentrico (TDB). Il tempo dinamico terrestre è stato poi rinominato tempo terrestre (TT) nel 1991.

ciao...
Grazie per la tua visita…
Se vuoi continuare la lettura
TOCCA QUI per andare alla Home page

Protected by Copyscape Duplicate Content Protection Tool
Licenza Creative Commons

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *